benvenuti nei miei giardini



Si tesse ad origami la mia anima

16 lug 2013

Ho volato

Ho volato mio signore
fra le macerie di membra cadute
nel passo di tanti soldati..
Ho volato mio signore
senza meta e ne arpioni alla terra..
Ho volato mio signore
perdendomi e ritrovarmi
nella mia lucidità di essere incompresa
di essere vento di amare oltre gli orizzonti
che i miei occhi possano osservare..
Ho volato mio signore
e non ho mai cercato tanto
la vostra grazia come nell'attimo
in cui il mio volto si  è liquefatto
fra le righe delle mie vene...


 

4 commenti:

  1. ...incontro di sogno e speranza, illusione di un domani senza sangue iniquo, ma vene di amore...grazie del volo, per me di profondissima quiete...ciao Sergio..

    RispondiElimina
  2. un abbraccio intenso alla tua anima, che mi illuma e mi colora

    RispondiElimina
  3. Quante volte ho volato ............ tra le righe delle tue rime.
    E da qui milady
    si domina la valle
    rigogliosa .......

    RispondiElimina
  4. vi ringrazio per essere qui a tutti voi.. i vostri pensieri sono audaci e ribelli e mi fanno innalzare felice di avervi qui

    RispondiElimina

grazie per la visita