benvenuti nei miei giardini



Si tesse ad origami la mia anima

15 ott 2012

METALLICO

 
Come siete metallico nel vostro respiro
Come siete riciclato nelle vostre movenze
di riflesso uniche e assetate di catrame e radazioni
fogli odorosi di potere vi schiavizzano
ubicando il macero d'asfalto tatuato sulla vostra pelle
strozzando a nodo l'anima...

Come siete monotono,
nel ripetervi nel ripetersi del quotidiano
quando il volto si reclina e la saliva increccia le consonanti e le vocali,
ammiccando il vomito dei vostri silenzi e dei vostri pensieri; nell'attaccarsi in quel comprare
striando di sangue anche le emozioni che rubate e sfregiate dalla carne che ingannate..

Come siete manipolatore nel sorridere e a granchio uccidere,
soffocando l'ultimo scheletrico sguardo che v'inginocchia;con la sua propria fragilità con il quale  lotta per amare e sentire un varco aprirsi nel sole;e se pur solo tremate,
niente vi controlla ..

Metallico è il vostro nome,
Siete giullare di un mondo di cartone
che appena i vostri circuiti si saranno atrofizzati nel numerico invecchiarsi tutto tacerà...
Tutto verra' straziato come composto rottamato che ora vi usa e vi consuma la linfa racchiusa..
Domina la falce
nella vostra bramasia di arrampicarvi su misfatti in dolore per il vostro cuore in un comando senza soldati ...


 





6 commenti:

  1. Nessuno, alla fine, è metallico fino in fondo e se c'è un modo per ammorbidire il metallo, la poesia è l'elemento giusto. Complimenti, ciao

    RispondiElimina
  2. Parlo di soffice estrema follia.. lo vorrei tanto.. putroppo spesso hanno paura di toccare e finiscono per affondare fra le proprie mani.. ti ringrazio

    RispondiElimina
  3. Ciao Simonetta,
    buon giorno
    ottimo testo.

    Vi auguro un bel Sabato
    un grande abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ciao Simonetta,
    Vengo a ringraziarvi per la vostra visita
    e per augurarvi un fine settimana meraviglioso

    un forte abbraccio

    RispondiElimina

grazie per la visita